lunedì 9 giugno 2014

Ma che bel....... pastello!








La tendenza della moda Primavera/Estate di quest'anno mi fa pensare subito alle fiabe e quindi oggi ho deciso di condividere con voi un racconto bellissimo, che voglio dedicare ad Allegra e a tutti i bambini... ma anche a tutte le persone che lottano ogni giorno per difendere il proprio mondo colorato!


Un giorno, nella fabbrica dei colori ci fu un incredibile sciopero:
matite colorate, pennarelli, pastelli, colori a tempera, insomma tutti decisero di non dipingere più il mondo perchè stanchi di così tanto lavoro.
"Io sono stufo di prati, piante e foglie" disse il verde
"E noi non ne possiamo più dei fiori" risposero il rosso e il giallo in coro
"Che dovrei dire io, allora? Sono il colore che lavora senza dubbio di più" disse imbronciato il blu
Lo sciopero fu dunque deciso. Soltanto due colori, sempre in disparte perchè un pò tristi, non avevano pronunciato parola: il grigio e il nero. Anzi decisero che quella sarebbe stata l'occasione giusta per dominare il mondo intero.
E così fecero: tutto divenne nero e scuro.
Notte e giorno divennero una cosa sola, oscurarono il sole e la luna. I prati ed i fiori divennero grigi, le città ed i paesi avvolti da una nebbia desolante. Nessuno sapeva dare una risposta a quel fatto così strano.
I bambini di tutti i paesi decisero di riunirsi e di fare qualcosa per salvare il loro mondo colorato al quale non avrebbero rinunciato per nessun motivo.
"Rivogliamo i nostri colori" dissero tutti insieme.
Così decisero di raccogliere tutte le scatole di colori che possedevano, le legarono ad altrettanti palloncini e, nonostante il buio, li liberarono in volo verso il cielo.
All'improvviso, però, scoppiò un terribile temporale: lampi e tuoni distrussero tutti i palloncini e le scatole di colori ricaddero al suolo in men che non si dica.
Pensate alla delusione di bambini! Ma non si persero d'animo: con l'aiuto delle loro mamme cucirono un bellissimo aquilone variopinto, legarono al filo le scatole di colori e tentarono ancora.
Niente e nessuno però questa volta li fermò: l'aquilone era così forte e costruito con tanto amore che salì in alto in alto, oltrepassò il buio e arrivò oltre le nuvole.
Ad attenderlo c'erano il sole e la luna, le stelle e le nuvole che iniziarono a parlottare fra di loro.
Di lì a poco una pioggia coloata iniziò a scendere verso terra dipingendo ogni cosa, scacciando il buio per sempre.
Per la gioia di tutti i bambini, la Terra tornò così a vivere i colori.
Non stupitevi se, alzando gli occhi al cielo in una limpida giornata di sole, vi capita di veder volare un bellissimo aquilone colorato.

(Greta Blu)















































2 commenti: